Main Page Sitemap

Ho trovato un paio di sucre


Ho aggiunto ai liquidi fragranza, caolino e farina di mandorle e ho impastato fino ad ottenere un composto omogeneo.
E leggermente più lungo da preparare rispetto allaltro, solo perchè i peperoni vanno cotti, ma ho trovato la gabola per fare in fretta anche quello.
La, gaufre di Liegi, la più famosa varietà belga contemporanea, si dice sia stata inventata nel web, per trovare partner argentina 18 secolo dallo chef del principe vescovo di Liegi.
Venite in cucina con me a pelare i peperoni?Ho aggiunto il burro di cacao alla glicerina e l ho fuso passandolo qualche secondo al microonde.Purtroppo non ci siamo con il profumo, io ho usato una fragranza alla mandorla di Glamour Cosmetics, molto buona ma più dolce rispetto alloriginale, meno naturale.E ora di fare merenda e così apparecchiamo la nostra tavola con tovaglia e tovaglioli della Pierrot srl.Questestate di ritorno dal nostro tour in Danimarca abbiamo sotato ad Innsbruck in Austria e in un simpatico negozietto (allinterno di un centro commerciale) di articoli per dolci ho trovato finalmente le sucre perlé, una granella di zucchero più spessa e corposa della nostra.Ricetta secca: Farina di mandorle 17, caolino.5, glicerina 15, burro di cacao.5.Hummus di ceci, vi ho anche detto che ci sono un sacco di varianti, di licenze poetiche, eccone una Hummus ai peperoni.
Infornate subito sotto al grill e lasciateli appassire per circa trenta minuti, girandoli di tanto in tanto in maniera che cuociano uniformemente su tutti i lati.
Lavate e asciugate i peperoni, pelateli con il pelapatate, togliete semini interni e il picciolo, tagliateli a striscioline e fateli cuocere in padella con un filo dolio e un goccio dacqua a fiamma dolce, mescolando di tanto in tanto.
Lo uso come tutti i detergenti di questo tipo: ne stacco un pezzo creando una crema con le mani inumidite, massaggio delicatamente sul viso bagnato, sciacquo i residui e passo un tonico.
Mettete tutti gli ingredienti nel boccale del frullatore: peperoni, ceci, aglio, la salsa tahina, sale, il succo di mezzo limone.
Ho fatto un paio di prove e lacqua in questa ricetta trasforma il prodotto in marmo in un paio di settimane.Un etto mi dura quasi un paio di mesi, vi consiglio di non farne troppo e di non superare i tre/quattro mesi duso o inizia ad indurirsi.Qui a casa ce ne siamo innamorati tutti, bambini compresi, tanto che con quello avanzato ci volevano ragazzo in cerca di una coppia di saragozza far merenda, hehehhe.La ricetta è di Giovanna Hoang autrice del blog.Aggiungere poi il burro, un pezzetto alla volta e il sale ed amalgamare bene finchè il burro sia ben assorbito; infine aggiungere le sucre perlé-pearl sugar (o lo zucchero a granella).Lavorare bene affinchè le sucre si inglobi bene allimpasto.Ho voluto provare a riprodurlo, il risultato è davvero simile, la pelle risulta detersa e morbida, non ho avuto problemi di lucidità nonostante la presenza di burro di cacao.Quando ho proposto sul blog il classico.Fanpage di Facebook e nel gruppo, pasticciando con i Fables, passate a trovarci vi aspettiamo.Come scrivevo poco sopra la prima versione assomiglia di più alloriginale, è una pasta leggermente più morbida, ma deve essere lavorata qualche secondo prima di essere passata sul viso.Preparate un sacchetto di plastica alimentare (quelli per il congelatore un paio se non ne avete di grandi, appena sfornate i peperoni aiutandovi con una spatola inseriteli nel sacchetto e chiudete.Lasciate i peperoni nel sacchetto per almeno una mezzora o finché non diventino freddi.Faceva parte della collezione natalizia in edizione limitata, è un peccato non sia in linea permanente, l ho trovato uno dei migliori detergenti che lazienda abbia prodotto finora.



Gli altri detergenti simil Lush che ho pubblicato contenevano anche una percentuale di acqua, in questo caso ve la sconsiglio, la glicerina mantiene il prodotto morbido più a lungo.
Ho tritato non troppo finemente i mirtilli rossi e li ho messi a bagno nella glicerina per un giorno.
Queste ultime hanno un contorno smussato, a nido dape, e sono a base di farina, poche uova, latte, burro, lievito di birra, un pizzico di sale, zucchero vanigliato e zucchero in grani, il caratteristico sucre perlé, un tipo particolare di zucchero, a forma di perle.


[L_RANDNUM-10-999]
Sitemap